KnaufLogo Knauf Italia - Materiali per edilizia

Press Area

<<Indietro

Economia delle città: l’impegno di Knauf nei progetti di edilizia urbana

Le tecnologie Knauf, stato dell’arte nel campo della bioedilizia, del restauro e della ristrutturazione, assicurano risultati di rilevo assoluto tanto nei progetti più innovativi quanto negli impieghi più comuni.

27/07/2016

27/07/2016



Per un’edilizia più moderna
Un esempio molto significativo della polivalenza dei sistemi Knauf per l’edilizia urbana è il FuturDome Liberty Palace di Milano, uno dei progetti più stimolanti ai quali Knauf ha dato il proprio contributo in tecnologie ed esperienza. Questo housing museale dedicato all’arte contemporanea, in cui si terrà la mostra “The Habit of a Foreign Sky” dal 29 settembre al 30 novembre 2016, è stato ricavato con un processo di restauro che ha integrato il progetto di riqualificazione dell’edificio storico con la sua trasformazione in condominio aperto volto all’avanguardia architettonica ed estetica, dove i futuri spazi residenziali convivranno con eventi organizzati nelle parti comuni o direttamente negli appartamenti privati.
Questa impegnativa ristrutturazione ha visto l’adozione di molteplici sistemi Knauf: contropareti a placcaggio dall’interno delle pareti perimetrali e di quelle divisorie in muratura, divisori fra gli appartamenti e all’interno degli appartamenti stessi, controsoffitti a placcaggio dall’interno dei solai in latero cemento, involucro esterno nelle zone dei loggiati.


Knauf ha impiegato qui le migliori soluzioni di bioedilizia, utilizzando materiali certificati e proteggendo gli utenti dai danni alla salute tipici di strutture o soluzioni non idonee. Le lastre Knauf per esempio sono state sottoposte a collaudo da parte dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim ottenendo il sigillo “collaudato dal punto di vista biologico-abitativo”, che identifica prodotti e processi produttivi che permettono di vivere in modo sano nella propria abitazione e al contempo garantiscono la salvaguardia dell’ambiente.


Pari attenzione è stata dedicata da Knauf ai prodotti in lana di vetro, la cui tecnologia si basa su una resina di origine vegetale priva di formaldeide, nuova e rivoluzionaria, denominata Ecose Technology, che permette di realizzare una nuova generazione di prodotti per l’isolamento, efficace e ambientalmente sostenibile.
Un’altra avanzata tecnologia Knauf, impiegata in questo e in altri progetti di riqualificazione, è il sistema di tamponamento Aquapanel che prevede una doppia orditura metallica leggera, costituita da profili C, laminati a freddo in acciaio MgZ, coperta sul lato interno con lastre in gesso rivestito e sul lato esterno con lastre in cemento fibrorinforzato Aquapanel Outdoor. MgZ è un innovativo trattamento dell’acciaio, a base di zinco e magnesio, che gli conferisce eccezionale resistenza alla corrosione. La lastra Aquapanel Outdoor, caratterizzata da elevate prestazioni di resistenza alle sollecitazioni e all’acqua, è costituita da un nucleo omogeneo di inerti minerali e leganti cementizi, rinforzato con una rete in fibra di vetro a maglia quadrata che avvolge in maniera continua l’intero pannello anche lungo i bordi longitudinali. Tra l’orditura e la lastra Aquapanel è interposto il tessuto Tyvek Stuccowrap, che costituisce una impenetrabile barriera contro l’acqua mentre permette la traspirazione del vapore dall’interno verso l’esterno.
Per un’edilizia più sicura


La continua ricerca Knauf porta grandi miglioramenti anche nel campo della sicurezza; è il caso, per esempio, dell’innovativo sistema per la soluzione del fenomeno dello sfondellamento. I solai in latero-cemento, costituiti da travetti in calcestruzzo e pignatte presentano infatti un certo rischio di distacco del fondo delle pignatte e dell’intonaco, con potenziali pericoli per cose e persone presenti all’interno dei locali sottostanti (carichi in media di 20-40 kg/m2).


Knauf ha risolto il problema mettendo a punto soluzioni che evitano la totale rimozione dell’intonaco e del fondo delle pignatte del solaio, con notevole risparmio di tempo e soldi, riducendo al minimo i disagi, garantendo la resistenza al fuoco e assicurando anche ottime proprietà acustiche. Forte dell’esperienza nelle soluzioni a elevata resistenza meccanica e antisismica, Knauf realizza infatti controsoffitti altamente prestazionali (i primi in Italia certificati quali idonei a resistere alle sollecitazioni sismiche).


Protagoniste dei sistemi antisfondellamento Knauf sono le lastre Diamant 1250x2000 mm e lastre Forate Cleaneo. Le prime sono lastre in gesso rivestito con un nucleo particolarmente duro a elevatissima resistenza meccanica, le cui caratteristiche dimensionali sono ideali per l’applicazione a soffitto, con performance di resistenza all’umidità e resistenza al fuoco pari alle lastre GKFI (DIN 18180) e DFH2IR (UNI EN 520). Le seconde coniugano caratteristiche di resistenza meccanica con la tecnologia acustica, permettendo la realizzazione di controsoffitti antisfondellamento con proprietà di assorbimento e correzione acustica.


Il Sistema Knauf antisfondellamento ha conseguito due prestigiose certificazioni rilasciate dall’Istituto Giordano, che ha misurato la capacità di portata del controsoffitto Knauf per il contenimento dei solai soggetti a fenomeni di sfondellamento. Al termine delle prove, nonostante l’elevato sovraccarico (fino a 120 Kg/m2) e l’effetto dinamico con cui questo è stato applicato, non si è rilevata nessuna significativa deformazione dei sistemi di sospensione e aggancio dei profili.